about me

about me

 

ottobre: 2021
L M M G V S D
« feb    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

email

bottone email
La città Immobile
cosa leggo
mai più senza
italo calvino
fellini

Teoria dei colori.

Letto723volte

Il tempo ha sempre un colore. Ci sono giornate giallo pallido, come questo Luglio che sta passando e non sembra essere mai nemmeno arrivato.
A tratti è stato verde, come il mare di oggi. Disteso sotto ad un cielo piombo. Con le onde ostinate, come una donna.
Come si fa a spiegare il mare a chi non c’è nato? Che per me, solo a guardarlo, è già tutto.
Ci sono pomeriggi blu. Il colore dei pensieri felici. E persone che assomigliano a quei viaggi che voglio fare. E nascono tra un sorriso e l’altro.
Rosso, come il tramonto. O il jazz, che suona dietro i muri delle case coloniali di New Orleans. Con i balconi in ferro battuto.
E sogni bianchi, come le pagine ancora da scrivere.
Ci sono persone che non si capirebbero in due vite, e altre che si afferrano in un secondo. Queste ultime non hanno un colore. Solo sfumature.
Anche alcuni ricordi sono bianchi. Come una tovaglia punteggiata da qualche alone di vino o salsa masala. Lì sopra giacciono ancora, solitari, un tappo di sughero e i piatti da lavare. Abbandonati alla fine di una bella cena. E il cd di Paolo Nutini che ormai è arrivato all’ultima canzone.
C’è il viola dei silenzi. Che hanno sempre una conseguenza.
E poi piove, e non sai dare un colore a questo moto ondoso che ti porti dentro.

«Sentirai il tuono
e mi ricorderai,
pensando: lei voleva la tempesta».

Anna Achmatova

Comments are closed.