about me

about me

 

dicembre: 2021
L M M G V S D
« feb    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

email

bottone email
La città Immobile
cosa leggo
mai più senza
italo calvino
fellini

La mafia uccide solo d'estate.

Letto655volte

Parlare della mafia attraverso l’ingenuità e gli occhi di un bambino è possibile? Basta guardare “La Mafia Uccide solo d’Estate” per rendersene conto.
A Palermo vengono uccise tantissime persone ogni giorno, eppure c’è chi sostiene che la mafia non esiste, che ci si ammazzi per questioni di “fimmene”. O che “uccide solo d’estate”, come dice il padre di Arturo, per farlo addormentare. E non bisogna darle noia, come si fa con i cani.
E poi c’è anche chi, come Giulio Andreotti, idolo indiscusso del piccolo Arturo, ritiene che non esista un problema di criminalità in Sicilia, al contrario della Campania e della Calabria.

Questo film parla un linguaggio nuovo, sostituisce la paura con il sorriso.
Il filo conduttore è la storia dell’amore di Arturo per Flora, assoluto e definitivo, come solo quello di un bambino può essere, che si intreccia con la storia di alcuni degli eroi della lotta alla mafia. Il generale Dalla Chiesa, Boris Giuliano, Pio La Torre, Rocco Chinnici, fino ad arrivare a Falcone e Borsellino.
Non solo un modo per toccare la coscienza di chi ha un senso civico, ma anche l’occasione per rendere omaggio a tutti i santi laici che hanno dedicato la loro vita alla giustizia.

“I genitori hanno due compiti fondamentali: difendere i propri figli dalla malvagità ed aiutarli a riconoscerla”.

Comments are closed.