about me

about me

 

novembre: 2017
L M M G V S D
« ago    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

email

bottone email
La città Immobile
cosa leggo
mai più senza
italo calvino
fellini

One day I am gonna grow wings

Letto220volte

Non ci sono ancora ali o piume, ma qualcosa inizia a muoversi. Proprio qui, sopra alle scapole. Alate, anche quelle.
“Un giorno mi cresceranno le ali, una reazione chimica”, dice una canzone che mi piace.
Non deluderò più il mio cuore. L’ho promesso a me stessa, all’alba dei miei trentuno: non mi abituerò agli sbadigli. Piuttosto mi lascerò sedurre dai mutamenti, per conservarmi intatta.
Mi conosci, ora mi conosco anch’io. Mi sentirò perduta, perché è quello che cerco. Perdermi. Poi però vorrei che mi ritrovassi. E mi ritroverai, lo so. Ci ritroveremo sempre io e te, più di là che di qua. Ci inventeremo fughe e partenze, e ritorni, fino a che il cuore non smetterà di bussare al nostro costato.
Oggi è un giorno come tanti, ma il primo di tanti. La mia chioma cresce, la mia pelle cambia.
Alle diciannove e trentadue, fuori dal mio lucernario, tra i tetti: qualcosa di brutto che mi piace, qualcosa di storto, la quiete di un terrazzo vuoto dove non va mai nessuno, qualcosa che miagola, qualcosa che acceca. La mia città distesa sotto un cielo pigro di fine estate. Questa è l’ora del giorno che preferisco, quella perfetta.
Fa caldo, canticchio, mentre taglio della frutta acerba: “il mio genere è il tuo genere. Io resterò uguale”. E’ una giornata così, di canzoni spezzate, come fossero pane.
E di sogni fervidi, uno dietro l’altro, che faccio. Non dico niente, scrivo. Levo gli ormeggi agli indugi, tana libera tutti. Ma soprattutto, tana libera me.
Che dio, o chi per lui, mi benedica!

Comments are closed.