about me

about me

 

gennaio: 2019
L M M G V S D
« dic    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

email

bottone email
La città Immobile
cosa leggo
mai più senza
italo calvino
fellini

Nightswimming

Letto409volte

You, I thought I knew you.
You I cannot judge.
You, I thought you knew me,
this one laughing quietly underneath my breath.
Nightswimming.

Un’auto in una notte di fine estate, la strada deserta, i lampioni che illuminano porzioni di asfalto. Luce, buio, luce, buio. Come i tasti di un pianoforte. Quello di Nightswimming. Che non è una canzone, ma un sentimento. E’ nostalgia. E’ un brivido lungo la schiena, un nodo che si scioglie, proprio lì, in fondo alla gola.
“Il bagno di mezzanotte si merita una notte calma, la fotografia sul cruscotto, scattata anni fa”.
Un bagno di notte che lava via tutto. O quasi. Le persone che passano, il tempo che se ne va. E’ acqua benedetta che lava via i peccati. Soprattutto quelli di ingenuità. Con un po’ di impegno laverà via anche i dettagli. Non i sorrisi su una foto, ma la mano che stringe il fianco. La bocca asimmetrica e il viso stanco, ma felice. Quell’espressione lì, e solo io so perché c’è.
E’ così che ti frega, la vita. Facendo esplodere un ricordo in una serata sonnacchiosa di settembre.

The photograph reflects,
Every streetlight a reminder
Nightswimming deserves a quiet night,
deserves a quiet night

Comments are closed.