about me

about me

 

luglio: 2019
L M M G V S D
« feb    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

email

bottone email
La città Immobile
cosa leggo
mai più senza
italo calvino
fellini

Gli Scontati.

Letto442volte

“Le canzoni di Paolo Conte le può fare solo Conte”. E invece no. Le canzoni di Conte le possono fare benissimo anche gli Scontati, il duo formato da Lorenzo Kruger alla voce e Giacomo Toni, al piano.
Entrambi due animali da palcoscenico, Lorenzo istrionico e coinvolgente, con la sua intensa gestualità, e una voce alla Jannacci. Dissociato e bizzarro al punto giusto, per interpretare gli umori musicali altalenanti di Conte, che passa con ironica leggerezza dalla farsa alla poesia. E poi c’è Giacomo, il perfetto contraltare di Kruger, originale e con la battuta veloce. I due si scazzottano, e poi riprendono a suonare con un’eleganza rara.
Il maestro, Conte, è intoccabile. Eppure gli Scontati riescono a darne una versione nuova. Giocano e si divertono, e il pubblico anche. Hanno scelto le canzoni “scontate”, quelle più famose del più amato chansonnier italiano. Si va da Giarrettiera Rosa, a Bartali, Wanda, passando per Genova per noi, Via con me e Topolino Amaranto.
I personaggi cantati da Conte sono affascinanti, veri o usciti dalle pagine di un rotocalco, non importa. Sornioni e raffinati, come chi apre la porta alle signore, e cede il passo all’ingresso di un’osteria. Eleganti e scanzonati. Attraversati dalla malinconia in una giornata di pioggia o che si scoprono felici insieme alla propria Wanda. Sono uomini o donne che amano le passioni che attraversano il mondo: gli amici, il vino e le donne. Forse perché sanno che tutto ha un termine. “Io sto a guardar la tua felicità, mi chiedo quanto durerà. Lo so che ogni amore è sempre stato un breve sogno e niente più, niente più. Però la vita è un’altra cosa, eh si, esempio abbandonarsi un po’ così, sentirmi il sole in faccia e non vederti, ma capir dalla tua mano che sei qui“. C’è tutta la magia di un caldo giorno di primavera sotto ad un cielo grande, di sentimenti e sensualità sottile. Di un uomo introverso alle prese con la sua donna effervescente. E della compagnia di un vino bianco fresco, che aiuta a svelarsi. Nel mondo di Conte ci sono tutti gli ingredienti di quel breve, e meraviglioso, sogno che è la vita.

Comments are closed.