about me

about me

 

novembre: 2018
L M M G V S D
« ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

email

bottone email
La città Immobile
cosa leggo
mai più senza
italo calvino
fellini

Fuga all'inglese

Letto239volte

Si dovrebbe vivere in un eterno Giugno. Un inizio estate perenne. Con i campi gialli e i tramonti sanguigni. Un Giugno addolcito, taciuto.
Con le sue giornate che sembrano sempre andare in pezzi, ma poi rimangono intere.
E io le guardo, con un’espressione che immagino docile e un po’ svanita. Con gli occhi sdraiati sull’orizzonte.
Che la terra a volte è troppo pesante per me, che ho la testa altrove. E poi finisce che del corpo me ne dimentico. Ma ci sono le mie vertebre a ricordarmi di lui. Si mettono in mezzo tutte, una ad una, per farmi sentire che le ho. Che sono totalmente mie. Testarde nelle loro posizioni.
Fortuna che ho la testa altrove, dicevo, e sogno una fuga all’inglese, come quella che si scopre a volte, in certi sguardi.
Chi vuoi che noti mai la nostra assenza? Prima che il tempo passi anche sotto ai sofà, agguanta la mia mano che ce ne andiamo. Da-da-da-da-da-da-da-da-da-da.

Comments are closed.