about me

about me

 

giugno: 2019
L M M G V S D
« feb    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

email

bottone email
La città Immobile
cosa leggo
mai più senza
italo calvino
fellini

Dormire.

Letto406volte

C’è una striscia di letto rimasta libera, tra me e te, sdraiati. Poi, con gli occhi chiusi, i nostri corpi si muovono e si incatenano finché non c’è più nessuno spazio bianco. La tua bocca sulla mia schiena e la mia mano stretta attorno al tuo polso. Come una manetta, perché proprio io non vorrei farti andare via.
Io dico che dovresti tenermi qui e guardami dormire. Sgualcita e con i capelli ansimanti, sulla federa. E poi dovresti baciarmi ancora e ancora, e lasciare che sia la lingua a trovare la soluzione. Ma senza parlare. Che le parole sì, sono un corteggiamento violento, ma fanno anche paura. Entrano nella carne. Danno ritmo all’anima, è vero. Ma a volte possono mentire. Quelle scritte invece, quelle no. Non mentono. Tirare fuori il cuore e sbatterlo sulla carta, impacchettarlo e spedirlo al destinatario, questo è scrivere.

Immagine di Rudolf Bonvie, Dialog.

Comments are closed.