about me

about me

 

novembre: 2017
L M M G V S D
« ago    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

email

bottone email
La città Immobile
cosa leggo
mai più senza
italo calvino
fellini

La tigre.

«Scrivo ancora. Nei primi quattro mesi di quest’anno ho scritto duecentocinquanta poesie. Sento ancora la follia scorrermi dentro, ma ancora non ho scritto le parole che avrei voluto, la tigre mi è rimasta sulla schiena. Morirò con addosso quella figlia di puttana, ma almeno le avrò dato battaglia. E se fra voi c’è qualcuno che [...]

Quello che hai ballato.

Auguro a me stessa di non dimenticare mai nulla. Perché è così che esisto, ricordando tutto. Anche se a volte servirebbe un anestetico. E di conservare quello che ho. L’ingordigia di vivere e la follia di non rassegnarmi.

“Nessuno può toglierti quello che hai ballato” dicono gli argentini. Concita De Gregorio

Foto di Fabio [...]

Perché scrivo.

«Perché scrivo? Per paura. Per paura che si perda il ricordo della vita delle persone di cui scrivo. Per paura che si perda il ricordo di me. O anche solo per essere protetto da una storia, per scivolare in una storia e non essere più riconoscibile, controllabile, ricattabile». Fabrizio De André.

[...]

Lou.

lou reed

“Non riusciva a trovare una voce con la quale parlare”.

Mi spiace principessa, sono lento ad amare. Credimi, è inesperienza L’incapacità di mostrare affetto, i lunghi minuti senza parole e poi forse un maldestro sfiorare mentre sorseggio vino, mentre ogni volta ho pensato “Diglielo!”. Ma non l’ho fatto. Invece rimango inquieto e pensoso, Come mi [...]

Bertolt Brecht.

Un giorno di settembre, il mese azzurro, tranquillo sotto un giovane susino io tenni l’amor mio pallido e quieto tra le mie braccia come un dolce sogno. E su di noi nel bel cielo d’estate c’era una nube ch’io mirai a lungo: bianchissima nell’alto si perdeva e quando riguardai era sparita.

E da quel giorno [...]

Omaggio a Stanley Kubrick.

Geniale.

Disegni e animazioni ad opera di Hyejin June Hong.

Semplice.

Senza dir niente a nessuno, e senza un preventivo di spesa, il mandorlo stanotte ha messo i fiori. (Nino Pedretti)

Stanotte o qualche notte fa, non importa. Anche se è inverno ho una primavera nella testa. E non c’è cosa più semplice e più complicata.

Niente è originale.

Niente è originale. Ruba dappertutto qualsiasi cosa ti dia ispirazione o alimenti la tua immaginazione. Divora vecchi film, nuovi film, musica, libri, quadri, fotografie, poesie, sogni, conversazioni casuali, architettura, ponti, segnali stradali, alberi, nuvole, masse d’acqua luce e ombra. Seleziona tra le cose da rubare solo ciò che parla direttamente alla tua anima. Se farai [...]

Internet l'abbiamo costruita noi.

Articolo del New York Times, di Steven Johnson.

“Oggi sempre più persone e organizzazioni vorrebbero trasferire il modello dei peer network nel mondo “reale”. All’epoca dell’illuminismo le associazioni tra pari hanno messo le basi per la rivoluzione scientifica grazie al lavoro di società formali e informali, agli incontri nei caffè e alla condivisione di nuove [...]

Perché sì.

Mi piace l’arte astratta perché non mi interessa la riproduzione della realtà. Sono sempre stata più interessata all’anima. Di chi la fa, l’arte, e di chi la guarda. Io, nell’Icaro di Matisse, vedo un uomo che sale, non che precipita. Un sogno, forse. E come nei sogni non c’è forza di gravità. Solo un uomo, [...]