about me

about me

 

dicembre: 2015
L M M G V S D
« nov   gen »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

email

bottone email
La città Immobile
cosa leggo
mai più senza
italo calvino
fellini

Adieu.

Guardati, stai per finire. Due parole su di te però le vorrei dire, caro Anno che te ne vai. Ti sei preso tutto. Hai dato tutto. Hai rovesciato destini, hai corso rischi. Ma sono fiera di te. E lo sono di me. Stasera brinderò alle decisioni, e alle piccole svolte che hanno comportato. Brinderò a [...]

Racconti.

Vorrei raccontarti di quella mattina in cui, svegliandomi, mi sono ritrovata per la prima volta circondata dal suo abbraccio. Che poi non riuscivamo più a dormire, tutti e due. E mi guardava con certi occhi. Certi occhi che dicevano tutto, senza bisogno di parlare. E mi facevano sentire bellissima, anche se ero sgualcita e con [...]

Nebbia.

Con questa nebbia mi sembra di non stare in nessun posto, diceva il nonno in Amarcord. Anche a me, da un po’, sembra di non stare in nessun posto. E non so se dipende da questa nebbia, densa e immobile, che da venti giorni si è riversata sulla mia città. Mi pare di vivere in [...]

Scampoli di Natale.

La bontà e l’ipocrisia. Gli inizi. Con e senza. La mia città, che mi attrae e mi indispone. I regali inaspettati, i pensieri inaspettati. I regali imbarazzati. Il cielo verticale. Gli interessi verticali. Il “Te” delle cinque. Il rumore di fondo che ti fa sentire stonata. E non è male, che a me le voci [...]

Sono come sono.

Sono come sono, per tutte le volte in cui mi sveglio a fatica e vorrei rimanere a dormire. Che magari ti trovo a passeggiare nei miei sogni. Per i film, e quei libri che ho letto. Sono sicura che è colpa loro. Per tutte le volte che la passione mi ha rigato le guance. Per [...]

Essenza dell'Assenza.

E nemmeno stanotte c’è luna piena. Ne manca un pezzo. Anche il cuscino di fianco al mio è vuoto, e la tazza è sola nel lavello. Qualcuno si è preso le rose e ha lasciato le spine. Si è preso il rimpianto e ha lasciato la nostalgia. Tutto parla di assenza qui, in tuo onore. [...]

Gli addii.

Credo che mi si addicano di più i saluti silenziosi, in auto. Quelli dove non te ne vuoi andare, perché sai che sarà l’ultima volta così. Mi piacerebbe essere una da addii frettolosi, da porte sbattute, da tempesta. Da chiasso e fragore. Da applausi e fischi finali. E invece sono pioggerellina lieve e freddo che [...]

Tutto al contrario.

Avrei voluto insegnarti che non esistono parametri o ideali. Che sono le condizioni e i condizionali a cancellare la magia. E invece sono stata io ad imparare. Ho imparato che l’esperienza è inutile, la ragione è inutile, il romanticismo però no. Di quello ne ho ancora bisogno. Ho imparato che non esiste un solo sentimento [...]

Quei vorrei.

Ho bisogno di una tisana calda, una canzone che mi difenda e lo smalto giusto. Vorrei sentirmi bella, senza incanti. Bella come prima. Vorrei sentirmi qualcosa, e invece niente. Ci sono occhi negli occhi come note a margine, e sorrisi che sono mani. Che a volte bisognerebbe solo capire quando è il tempo di parlare [...]

Facciamo che.

Facciamo che stasera ti trovo a casa e che hai comprato una bottiglia di vino. Un rosso, magari un Syrah. Facciamo che tu ti diverti a darmi fastidio, io ti prendo un po’ in giro, poi mi appoggi le gambe sulle tue e mentre mi massaggi i piedi ci raccontiamo la giornata. Miles suona la [...]