about me

about me

 

marzo: 2012
L M M G V S D
« feb   apr »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

email

bottone email
La città Immobile
cosa leggo
mai più senza
italo calvino
fellini

Dove sei.

Sono quasi passati due mesi. E’ incredibile quanti ricordi di noi conservo e quanti non conosci nemmeno. Alcuni forse non li conoscerai mai. Ma sei ovunque, anche quando non sei con me. E i tuoi dove sono? In quella spiaggia con alle spalle il monte? Oppure in un bed and breakfast disperso tra Mantova e [...]

Less is more.

I segni sono di chi li sa interpretare e oggi, che ne avevo proprio bisogno, ci ha pensato Google a ricordarmelo. Lo diceva Mies van der Rohe e lo ribadiva Calvino, applicato alle parole (“scrivere è soprattutto un lavoro di sottrazione di peso”). Tutto sembra reggersi in piedi su entità sottilissime: il DNA, i software… [...]

Lunedì.

Sogno due passi al tramonto, fermarmi a guardare il mare seduta sulla sabbia, chiudere gli occhi e non pensare a niente. E invece questa si preannuncia una settimana orribile. Oggi un problema dopo l’altro e domani dovrò tirare fuori tutta la mia abilità di problem solver. Ma andiamo avanti e vediamo cosa succede. Più zen [...]

Nordbrandt

“Talvolta delle piccole cose ci fanno felici senza motivo: il secchio di latta ammaccato nella pioggia di primavera sotto il ciliegio in fiore subito prima che il cielo schiarisca. O le bottiglie di vino rosso che abbiamo gettato dalla finestra ubriachi la notte scorsa subito dopo… E talvolta le stesse cose ci rendono infelici per [...]

Primavera.

Finalmente sei arrivata primavera. Con la tua brezza porta via, lontano da me, i pensieri invernali. Voglio una testa leggera. Piovi e lava, riempi di foglie e di fiori quei rami che fino a ieri sembravano morti. Poi regalami un po’ di sole, di quello che scalda la pelle e mi fa stare bene. Che [...]

Tonino.

Se è vero, come diceva Bukowski, che non ci si può aspettare di trovare poesia in una rivista di poesia, è vero anche che alcune persone riescono a vederla ovunque. Uno di questi era lui, che ci saluta in una giornata di inizio primavera. Quasi come se l’avesse scelto. Lui, che scriveva di mandorli in [...]

Forte come una roccia, delicata come un fiore che sboccia.

Il rumore della macchina per fare i tatuaggi mi ipnotizza. Se non fosse per quei piccoli ma fastidiosi aghi che mi stanno perforando la pelle, mi addormenterei. Ho uno specchio di fronte e mi osservo. Ho legato i capelli in una treccia laterale da cui sono scivolati fuori alcuni ciuffi. Il mio viso si contrae [...]

Ubriaca di vento.

In riva al mare ho respirato boccate avide. Minuscole gocce di acqua salata sulla pelle. Oggi il vento è forte, lo sanno bene i kiters, che sono tutti in acqua, e quando passa sui piccoli gusci vuoti di conchiglie le fa suonare come un acchiappasogni. Una sensazione di gioia si è impossessata del mio cuore. [...]

Tutti questi sogni mi tengono sveglia.

Ho perso il conto delle ore di sono arretrato, ma va bene così. La notte mi è sempre piaciuta. Con il suo silenzio e la sua calma. Penso, scrivo, leggo poi, quando credo di essere stanca a sufficienza, mi infilo a letto. Ora mi addormenterò, dico tra me e me. E invece no. Ho troppi [...]

Quando stavamo insieme mi sentivo come in vacanza.

Ho cucinato una sacher e ti ho pensato. Deve aver avuto lo stesso effetto della Madeleine di Proust, perché poi ho pensato anche che non mi sono mai vista tanto bella come quella volta in cui ho indossato i tuoi vestiti. Ma forse eri tu che mi facevi sentire così. E anche che, quando stavamo [...]